Bibliografia

(51)S. MINARDO, Modica antica. Ricerche topografiche, archeologiche storiche, Palermo 1952, pp. 172-173.

(52)P. ORSI, Modica. Necropoli sicula e villaggio trogloditico bizantino, in NSc 1905, pp. 430-431; RIZZONE, La chiesa rupestre ..., cit., p. 192.

(53)SAMMITO, Elementi topografici..., cit., p. 25. Forse si riferiva a tali ipogei la segnalazione di Revelli (REVELLI, Il Comune di Modica, cit., p. 210) che citava una "stazione protostorica" "non lungi dalla villa Galfo".

(54)SAMMITO, Elementi topografici..., cit., p. 25. Dalla contrada proviene una lucerna di tipo siciliano conservata nel Museo Civico di Modica (inv. n. 262).

(55)MINARDO, Modica antica..., cit., p. 125; BELGIORNO, Modica e le sue chiese, cit., pp. 74-75.

(56)RIZZONE, Un’anonima chiesa rupestre..., cit., p. 13; V.G. RIZZONE - A.M. SAMMITO, Nuovi dati sulla tarda "architettura rupestre" di carattere sacro a Modica, in Archivum Historicum Mothycense 4, 1998, in c.d.s.

(57)ORSI, Esplorazioni varie..., cit., pp. 212-213.

(58)CARRAFA, Prospetto..., cit., pp. 31-32 e 75; P. ORSI, Cava d’Ispica - Reliquie sicule, cristiane, bizantine, in NSc 1905, pp. 433-434, fig. 20; PACE, Arte e CiviltÓ..., cit., IV, pp. 351-354, fig. 124; G. AGNELLO, L’architettura bizantina in Sicilia, Firenze 1952, pp. 144-153; S.L. AGNELLO, Architettura paleocristiana e bizantina in Sicilia, in IX Corso di Cultura Ravennate e Bizantina, Ravenna 1962, p. 93; IDEM, Chiese siracusane di VI secolo, in AA.VV., Bizantini e Musulmani in Sicilia, ASSir, suppl. 3, Siracusa 1981, pp. 119-122; DI STEFANO, Cava d’Ispica..., cit., pp. 91-103; IDEM, La chiesetta di San Pancrati a Cava d’Ispica, in AA.VV., Archeologia, architettura e civiltÓ contadina, Modica 1983, pp. 109-122.

(59)G. ITALIA NICASTRO, Ricerche per l’istoria dei popoli acrensi, Comiso 18732, p. 43; P. ORSI, Modica - Costruzioni megalitiche di etÓ storica sull’altipiano, in NSc 1896, pp. 243-253; REVELLI, Il Comune di Modica, cit., p. 207, nota n. 1; FALLICO, Villaggi tardoromani..., cit., p. 180. Avanzi megalitici si trovano anche nelle contrade Gianforma-Margione, Butrano, Palazzelle e Buxello.

(60)A. MESSINA, Le chiese rupestri del Val di Noto, Palermo 1994, pp. 155-156; G. DI STEFANO, Villaggi tardo bizantini degli Iblei: primo medioevo siciliano, in AA.VV., Rural Settlements in Medieval Europe, Papers of the "Medieval Europe Brugge 1997" Conference, vol. 6, edited by G. DE BOE and F. VERHAEGHE, pp. 35-38.

(61)Per il recupero, in generale, v. MINARDO, Modica antica..., cit., pp. 165-170.

(62)SAMMITO, Elementi topografici..., p. 36, tav. IV. Materiali analoghi, conservati al Museo di Modica, provengono dalla contrada Bellamagna: v. EADEM, Nota topografica sugli ipogei funerari di Modica, in Aitna 3, in c.d.s.

(63)MESSINA, Le chiese rupestri..., cit., pp. 40 e 156; F. MAURICI, Castelli medievali in Sicilia. Dai bizantini ai normanni, Palermo 1992, pp. 21 e 326.