Banner di HyperBanner Italia

Membro HyperBanner Italia

ENRICO MALTESE

Autodidatta ed animato dal desiderio di conoscere meglio i segreti dell'arte, decise ben presto di recarsi a Napoli alla scuola di Domenico Morelli, indiscussa autoritÓ pittorica del suo tempo.E' proprio a Napoli, nel 1880 espose la sua prima opera " A Margellina" che piacque subito per quella spontaneitÓ di composizione che aveva guidato un giovane appena diciottenne ad affrontare per la prima volta la critica ufficiale.

Il successo fu immediato e meritato ma fu a Torino che, a soli 22 anni, con la "Festa del Patrono di Modica", Enrico Maltese si impose all'attenzione generale, guadagnandosi una medaglia d'oro e suscitando attorno a se interesse e grandi speranze, nella certezza che il suo entusiasmo e le sue innate qualitÓ avrebbero dato maggiore finitezza alla sua arte.

A Napoli gli fu compagno indivisibile, l'amico e concittadino Pietro Floridia. Mentre Maltese otteneva caldi consensi per la sua pittura, Floridia componeva "Maruzza", Maltese volle essere intimamente vicino al suo fraterno amico creando per l'opera "Maruzza" i figurini per i costumi. Furono sette i figurini creati, furono sette veri e propri quadri dipinti ad olio su tela, alti circa un metro ritraenti costumi del popolo siciliano con un verismo e con un'arte degna di un maestro.

Autore geniale, lavor˛ molto prendendo parte alle "Mostre d'arte" delle pi¨ importanti cittÓ europee, con "Cara memoria" all'Esposizione di Monaco di Baviera, "Una via di Modica" molto ammirata alla Mostra di Parigi mentre altre sue opere si trovano a Dresda, Vienna, Francoforte sul Meno, Parigi.......

Index     Next